Corso di Regia e Sceneggiatura Thriller e Horror

Corso di Regia e Sceneggiatura Thriller e Horror

torna ai corsi

Periodo:

durata:

24 ore

Il corso ha lo scopo di analizzare i generi per dimostrare come si possano affrontare e mettere in scena, pur non avendo un budget elevato.
Le parole chiave dell'intero corso, infatti, saranno Low-Budget e Fantasia.
Si analizzeranno intere sequenze tratte da film d'azione, horror, thriller e fantascienza per ragionare su cosa si nasconde dietro la messa in scena e la scrittura.

Agli allievi verranno forniti i mezzi per scrivere soggetti e sceneggiature con idee originali ma sempre realizzabili. Inoltre, avranno la possibilità di realizzare e girare piccoli video e scene, all'interno dell'Accademia, che serviranno a mettere in pratica quanto detto durante le lezioni e per approfondire le varie tecniche di regia in grado di migliorare notevolmente la qualità di un prodotto.
Lo scopo è quello di realizzare dei cortometraggi o addirittura lungometraggi di genere con un bassissimo budget e scoprire insieme quali sono le tecniche per raccontare una storia di ampio respiro, e di intrattenimento, ma con mezzi limitati.
In un momento storico come questo in cui il cinema italiano ha ricominciato a muoversi verso il “genere”, è importante capire e conoscere gli ingredienti per poter realizzare ottimi film riuscendo a metterli in scena (quasi) con il minimo indispensabile.

 

DOCENTE: Daniele Misischia

LEZIONE 1 – Horror/Thriller

  • Presentazione corso, del docente e degli alunni
  • L'importanza della “fantasia” in questo mestiere e, soprattutto, nel cinema di genere
  • Parliamo di Horror indipendente. L'importanza della bravura degli attori, soprattutto in prodotti low-budget
  • Proiezione spezzone “In un giorno la fine” - scena horror con Silvia e scena trasmittente.
  • Proiezione cortometraggio “Devil on the Road”
  • Proiezione cortometraggio [VLOG]
  • Come si scrive un soggetto e una sceneggiatura. Regole tecniche di base.
  • Come girare un corto o un lungometraggio con “pochissimo” a disposizione. Parliamo di sceneggiatura e di “stili” di regia
  • Horror a basso budget: il mockumentary o found footage
  • Proiezione spezzoni: “The Visit” – scena sotto la casa e scena scantinato finale
  • Proiezione spezzoni: “Rec 1 e 2” – scena finale in soffitta e scena irruzione polizia
  • Proiezione spezzoni: “The Blair Witch Project” – interviste inizio film e sequenza finale

Prova tecnica: ideazione di un soggetto per un cortometraggio horror a bassissimo budget da girare in found footage

 

LEZIONE 2 – Horror/Thriller

  • Lettura dei soggetti ideati dagli alunni e dibattito
  • Il genere Home Invasion
  • Raccontare e costruire la tensione con pochi attori e poche locations
  • Proiezione spezzoni da “The Strangers”, “Man in the dark”, “You're Next”, “La notte del Giudizio”
  • Analisi sulla contaminazione dei generi. Film d'assedio “Action” - “Distretto 13”
  • Sottogenere "case infestate". L'horror moderno che si mescola con il classico: James Wan
  • Come costruire la tensione in film di fantasmi o entità demoniache

Prova tecnica: Girare una sequenza di suspance

  • Collegamento con il “found footage”. Le buone idee sviluppate in low-budget e l'importanza degli attori.
    Proiezione spezzoni da “The Conjuring”, “Sinister”, “Paranormal Activity 2”

Prova tecnica: scivere una scena per un possibile home invasion movie

 

LEZIONE 3 – Cinema d'Azione

  • Lettura scene scritte dagli alunni e dibattito
  • Il piano sequenza. Cos'è, quando si usa e come si usa nel cinema d'azione
  • Piano sequenza vero e falso. Come si costruisce. Piccoli trucchi per costruirne uno falso
  • Proiezione del vero piano sequenza de “L'infernale Quinlan” e del vero piano sequenza iniziale di “Honeymoon"
  • Proiezione del vero piano sequenza “action” di “Old Boy” (molto complicato nella sua semplicità)
  • Proiezione dei falsi piano sequenza in “Atomica Bionda” e in “Universal Soldier d.o.t.r.”, “I figli degli uomini” e “True Detective episodio 4”. Analisi delle sequenze: proviamo a riconoscere gli “stacchi” nascosti

Prova tecnica: Girare insieme un breve piano sequenza

  • L'azione non come banale pretesto per movimentare il film. Azione all'interno della trama. Azione come caratterizzazione dei personaggi o come climax di una storia. L'azione usata in un contesto realistico ma comunque spettacolare. Le varie “messe in scena” dei film action
  • Proiezione sparatoria centrale di “Heat la sfida”
  • Proiezione scena inseguimento finale “The Bourne Supremacy”
  • Proiezione scena inseguimento storico de “Il braccio violento della legge”
  • Proeizione scena sparatoria assalto “Spartan”

Prova tecnica: realizzare un piccolo piano sequenza di un minuto

 

LEZIONE 4 – Cinema d'Azione

  • Visione delle scene realizzate dagli alunni e dibattito
  • Il cinema d'azione e la coreografia all'interno di scene “pirotecniche”
  • Come John Woo ha influenzato il cinema “action” occidentale
  • Regole base per regia in scene di combattimento. Come sfruttare il montaggio quando si vuole ottenere un combattimento movimentato (con poco budget)

Prova tecnica: girare una breve scazzottata, sfruttando la regia e il montaggio per farla sembrare “vera”

  • Proiezione spezzoni da “The Killer”, “Hard Boiled”, “A Better Tomorrow 2”, “Ancora vivo”, “Hero” L'eroe nel cinema action e la presentazione dei personaggi prima delle scene di combattimento
  • Analisi delle dinamiche di una scena d'azione. Com'è costruita, come mettere in scena gli stati d'animo dei personaggi, attraverso la regia. Come usare l'azione come climax di una scena che esplode dopo momenti di suspance
  • Raccontare la tensione tra i personaggi e presentare la situazione: personaggi, location, contesto, conflitti interiori
  • Proiezione sequenza d'azione centrale di “Man on Fire” (dinamica della scena, stato d'animo del protagonista)
  • Proiezione scena sparatoria iniziale “Running Scared” (presentazione della scena, tempi narrativi più lunghi, presentazione del contesto e ambientazione)
  • Proiezione scena inseguimento con tempesta di sabbia di “Mad Max: fury road” (l'azione all'interno di un'azione più grande. Presentazione protagonista e del “mondo” del film)
  • Proiezione scena “Boom” da “Ammore e Malavita” (scena d'azione atipica e statica, musica, immagini, coerenza con il personaggio)

Prova tecnica: scivere una piccola scena d'azione corale

 

LEZIONE 5 – Fantascienza

  • Lettura scene scritte dagli alunni e dibattito
  • Fantascienza. Uno dei generi più costosi in assoluto. Come sviluppare idee per sci-fi low budget, cercando di evitare il “vorrei ma non posso”. Importanza dell'idea e del mondo da descrivere.
  • L'importanza del “sotto-testo” e dell'attualità nella storia che si vuole raccontare
  • L'importanza della scenografia. Anche in un film minimalista
  • Proiezione spezzoni da “L'arrivo di Wang”, “The Cube”, “Ex Machina”, “Moon”
  • I vari stili di regia in una saga: “Alien”, “Fast & Furious”
  • Come cambia la regia da film a film e come si adatta alle tipologie di genere che contaminano la saga
  • Come approcciarsi tecnicamente a una saga
  • Proiezione spezzoni da “Alien”, “Aliens”, “Alien 3”, “Alien la clonazione”

Prova tecnica: girare un piccolo dialogo in campo e controcampo

  • Le contaminazioni dei generi all'interno della fantascienza. La fantascienza può essere anche solo un tema o un pretesto per raccontare storie “classiche”
  • Come approcciarsi ai vari sotto-generi con stili differenti di regia e messa in scena, all'interno della fantascienza: l'action, il noir, l'horror, il thriller psicologico, il drammatico e addirittura il western in un contesto fantascientifico
  • Il found-footage che contamina la fantascienza. Ogni sotto-genere ha un suo stile preciso.
  • Proiezione spezzoni da: “Blade Runner”, “District 9”, “Cloverfield”, “Pandorum”, “Cowboys & Aliens”, “Eva”, “Dante 01”

Compito finale: scrivere una sceneggiatura per un cortometraggio

 

LEZIONE 6 – Lezione conclusiva

  • Lettura sceneggiature degli alunni e discussione su come poterle realizzare restando nel “low-budget” 
  • Visione di 2 cortometraggi italiani low-budget, ben scritti e ben diretti: “Arturo e Adelina alla conquista dell'amore” di Riccardo Camilli e “That Nice Clan” di Euge Krilov
  • DURATA:

    24 ore

galleria immagini

Contatti ed Iscrizioniiscrizione on-line

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, compila e invia il seguente modulo, prestando una particolare attenzione alla corretta digitazione della tua e-mail e/o del tuo recapito telefonico (altrimenti non sapremmo come ricontattarti) ed esponendo le tue domande nel campo "Messaggio".

Il nostro Staff ti risponderà al più presto!